VecchiaSignora.it - Dopo 20 anni Il nostro N 1 Si racconta così...

Homepage
Homepage
Homepage

Dopo 20 anni Il nostro N 1 Si racconta così...

Gigi Buffon
Vent’anni in azzurro! Gigi Buffon è stato omaggiato con la maglia azzurra indossata in Italia–Macedonia e si è raccontato ai microfoni di “Tuttosport“. Il portierone della Juve ha riavvolto il nastro raccontando i momenti in Nazionale: «Sono rimasti i numeri, i flash, le parate, i ricordi. Perche? obiettivamente – e per certi aspetti anche meno male – ora ho piu? del doppio degli anni e sono una persona piu? riflessiva, piu? matura, per certi aspetti migliore. E’ normale e umano che sia cosi? perche? prima ero veramente un personaggio atipico. Pero?, alla fine, se uno riusciva a entrare in empatia con me ero un ragazzo a cui non potevi non voler bene. Non ho mai avuto sovrastrutture: sono stato esuberante ma lo sono stato senza calcoli. Infatti molti casini che ho combinato quando ero ragazzo li ho combinati cosi?, senza calcoli perche? non c’era il fine dietro a cio? che dicevo o facevo».

Gigi ha parlato anche dei suoi cambiamenti: «Chiaramente sono un po’ meno esuberante anche se, come dico spesso e come e? tangibile, quel venti per cento di follia che mi appartiene ancora e? cio? che mi ha permesso di avere questo tipo di carriera e che me lo permette ancora. Si?, quel pizzico di follia residua mi aiuta e mi ha aiutato. Se mi pesa la fama? No, e? una cosa che non mi pesa. Se ho mantenuto un comun denominatore con il ragazzo che ero e? il fatto che realmente non c’e? calcolo dietro a una mia esternazione o a un mio pensiero. Spesso e volentieri anche quando rilascio interviste al di fuori dal calcio e mi chiedono se voglio sapere prima le domande rispondo di no. Perche? rispondo sempre ed esclusivamente partendo dalla spinta emozionale che mi parte da dentro e la traduco in pensiero: comincio a cercare un congiuntivo, un soggetto, una parola».

E il calcio invece come è cambiato? Questo il pensiero di Gigi: «Si e? evoluto moltissimo ed e? diventato piu? competitivo. Il livello di competizione e? molto piu? alto e quindi anche piu? difficile per ritmi, fisicita?, forza. Adesso il piu? “scemo” tira a 110 km orari, roba che ti viene da chiederti dove l’avessero messo prima… Le sollecitazioni sono sempre piu? impegnative e devi rispondere con immediatezza ed efficacia. Pero? e? anche vero che il calcio di 20 anni fa lasciava piu? spazio all’estro, al campione che faceva innamorare la gente con il gesto tecnico, il dribbling, lo stop. Ma adesso in campo domina l’immediatezza».

Fonte Juventusnews24

Galleria:

Gianluigi Buffon - Gigi Buffon si racconta (Foto Juventusnews24)
Documenti correlati

GALLERIE

  • Paulo non aver paura di tirare un calcio di rigore
  • Interni del semipogeo, autore Simona Cannone
  • Le ragazze durante la sessione di allenamento del 12 Ottobre (Foto Juventus.com)
  • Gigi Buffon si racconta (Foto Juventusnews24)
  • Azione di gioco (Foto Juventus.com)
  • L'iniziativa Juventus For Special
  • Martina Rosucci segna il primo gol della storia delle Juventus Women (Foto Juventus.com)
  • Azione di gioco (Foto Juventus.com)
  • L'esultanza di Gonzalo Higuain (Fonte Juventus.com)
  • La città di Torino si tinge di bianconero: gol Dybala, Pjanic ed Alex Sandro (Foto Juventus.com)