VecchiaSignora.it - Milan ai sedicesimi, Gasperini ne fa cinque all'Everton

Homepage
Homepage
Homepage

Milan ai sedicesimi, Gasperini ne fa cinque all'Everton

Cutrone e Andrè Silva esultano
Sommario (2 par.)
André Silva e Patrick Cutrone sembravano rivali per una maglia a inizio stagione, ma in Milan-Austria Vienna sono arrivate risposte interessanti per Vincenzo Montella. Ammesso e non concesso che la squadra di Thorsten Fink non è stata proprio l’avversaria più ostica incontrata finora, il Diavolo ha segnato cinque gol e ha mostrato una coppia d’attacco in grande spolvero. André Silva-Cutrone, citando il commissario Gordon di Batman, può non essere la coppia che il Milan si merita, ma in questo momento è quella di cui ha bisogno.

Cutrone è stato il più giovane giocatore a segnare una doppietta in questa Europa League, Silva – che, bene ricordarlo, ha 22 anni – invece è diventato il marcatore migliore del Diavolo in stagione: 7 gol, tutti in Europa League. I dati dicono che Silva e Cutrone sono due rincalzi in questo Milan, spesso partono dalla panchina e non trovano spazio. Eppure assieme hanno funzionato e le caratteristiche del portoghese e del lombardo sono andate a braccetto. Riproporli contro il Torino potrebbe non essere una cattiva idea, anche se molto dipenderà dal rientro dei titolari.

Fonte Calcionews
Masiello durante l'azione del gol

Everton-Atalanta è stato un trionfo nerazzurro.

La Dea ha vinto la sua prima trasferta di Europa League in stagione, dopo un digiuno di successi lontano da Bergamo che, fuori dall’Italia, durava dal 1990 e da una vittoria a Istanbul contro il Fenerbahce in Coppa UEFA. A Goodison Park c’è una statistica che dà l’esatta dimensione dell’importanza storica di questo 1-5: mai nessuna italiana ha segnato cinque gol in campo inglese nelle coppe europee. Un successo ampio e meritato, che consegna alla storia un record difficile da battere.

Gasperini ha azzeccato tutto, dalla formazione titolare ai cambi. L’Everton è una squadra in palese difficoltà, in tanti lo davano per favorito in Europa League anche per la vittoria finale, ma il fallimento è stato totale e ieri era in disarmo di fronte a un avversario meno pubblicizzato ma probabilmente più forte. Un’altra statistica curiosa riguarda i gol dell’Atalanta: nel suo curriculum nelle coppe europee, la Dea non aveva mai segnato più di un gol fuori casa a partita. Ieri ha addirittura esagerato, entrando nell’olimpo del calcio italiano.

Fonte Calcionews
L'esultanza di Luis Alberto

Allo stadio Olimpico di Roma la Lazio pareggia 1-1 col Vitesse

Un pareggio sostanzialmente giusto dopo una gara molto equilibrata. Biancocelesti in ombra nella prima mezzora e in svantaggio dopo 13 minuti: segna Linssen con una precisa punizione dal limite. I biancocelesti escono col passare dei minuti ed è Luis Alberto, inizialmente disorientato nel ruolo da centrocampista, a pareggiare con un gran tiro al volo. Nel secondo tempo prosegue l’equilibrio e non succede granchè: unica nota dolente della serata l’infortunio di Nani, uscito a inizio ripresa per un problema alla coscia. Nel finale, esordio per il Primavera classe 1999 Miceli, che si mette subito in mostra con una pregevole chiusura difensiva. Il turnover non premia con la vittoria Inzaghi che ha comunque il merito di dare minuti nelle gambe a giovani come Luiz Felipe, Crecco, Murgia e Palombi. Un risultato ininfluente per la classifica, coi biancocelesti già matematicamente primi nel girone. Vitesse eliminato, nonostante le buone cose fatte vedere nelle due gare contro la squadra di Inzaghi. L’ultima gara di questa fase a gironi di Europa League è fissata per il 7 dicembre: Lazio in trasferta a Waregem contro lo Zulte.


Fonte Calcionews
Documenti correlati

GALLERIE

  • Cristiano ROnaldo in azione (Foto Juventus.com)
  • Standing ovation dello Stadium per il centrocampista bianconero che torna ad essere convocato da Allegri (foto LaPresse)
  • John Elkann presidente di FCA ed EXOR (Foto Juventus.com)
  • Juan Cuadrado durante gli allenamenti (Foto Juventus.com)
  • Halloween 2012 - Bonucci
  • Coach Rita Guarino (Foto Juventus.com)
  • Cristiano Ronaldo tra le sue tante scarpe (via Twitter)
  • Il capitano della Juventus Giorgio Chiellini (Foto Juventus.com)
  • Doris Bacic è bianconera (Foto Juventus.com)
  • Pavel Nedved indossa casco da football (Foto Juventus.om)