VecchiaSignora.it - Solo un pareggio a Crotone: la coppia Dybala-Higuain non punge

Homepage
Homepage

Solo un pareggio a Crotone: la coppia Dybala-Higuain non punge

Sommario (5 par.)

Crotone-Juventus 1-1

Dopo la Spal e dopo Diabaté, la Juventus doveva aver capito quanto si suda sui campi di provincia. E, invece, no: a Crotone ha peccato ancora di presunzione, dilapidando due punti e complicandosi il futuro prossimo. Sul campo di un agguerritissimo Zenga, le è andato di traverso un altro centravanti possente. E un’altra rovesciata spettacolare: l’acrobazia del nigeriano Simy, lontana parente di quella di Ronaldo, pareggia la zuccata di Alex Sandro. Ma, soprattutto, ribalta il campionato e avvicina pericolosamente il Napoli. Adesso cambia completamente la prospettiva dello scontro diretto: in certi momenti era a +9 da Sarri, ma Allegri si presenterà allo Stadium domenica "solo" a +4.


LA GARA — La sorpresa di Allegri è l’inserimento di Sturaro, giusto per dare un po’ di ossigeno allo spremutissimo Khedira dell’ultimo periodo: inizialmente largo a sinistra sulla trequarti nel caro vecchio 4-2-3-1. Ma la soluzione è un lampo momentaneo, già al minuto nove Max lo sposta più indietro e più a destra: diventa la più tradizionale delle mezzali con i soliti compiti da guastatore. Accanto, al posto di Pjanic infortunato, torna Marchisio a dirigere il traffico: potrebbero essere gli ultimi due mesi nella sua Juve e ogni occasione rimasta può servire per far leva sulla nostalgia, ma il Principino fatica ormai a uscire dal compitino. Zenga ha una buona squadra, a dispetto delle quattro cadute nelle ultime cinque uscite. Anche stasera dimostra ordine con un Mandragora, juventino in pectore, cagnaccio di mezzo. In più è Diaby, fastidiosa zanzara di fascia nel 4-3-3 con Simy puntello centrale, a creare i maggiori problemi. Ma la Juve sorniona sonnecchia senza mai dormire, colpisce come d’abitudine, con un blitz chirurgico: certo, se hai Douglas Costa, in questo momento il giocatore più squilibrante del campionato, il resto è una conseguenza.

Fonte Gazzetta.it (1) Icona link

Il tabellino

RETI: Alex Sandro 17' pt, Simy 20' st

CROTONE :
Cordaz; Faraoni, Ceccherini, Capuano, Martella; Barberis, Mandragora, Stoian (32' st Sampirisi); Rohden (42' st Ajeti), Simy, Diaby (18' st Trotta)
A disposizione: Festa, Zanellato, Pavlovic, Izco, Simic, Crociata, Tumminello, Nalini, Ricci
Allenatore: Zenga

JUVENTUS :
Szczesny; Lichtsteiner, Rugani, Benatia, Alex Sandro; Matuidi, Marchisio (19' st Bentancur), Sturaro (23' st Cuadrado); Douglas Costa, Higuain, Dybala (43' st Bernardeschi)
A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Chiellini, Howedes, Barzagli, Asamoah, Khedira
Allenatore: Allegri

ARBITRO: Fabbri
AMMONITI: 36' pt Mandragora, 28' st Benatia, 39' st Lichtsteiner

Fonte Juventus.com (2) Icona link

Le pagelle

Le pagelle di EuroSport (3) Icona link

Wojciech SZCZESNY 6 – Forse non perfetto sul gol di Simy, ma era comunque stato preciso nell’episodio della punizione a due in area.

Stephan LICHTSTEINER 6 – Un primo tempo scoppiettante, con buone discese e soprattutto cross insidiosi. Si spegne un po’ nella ripresa, ma la sua resta comunque una gara positiva.

Medhi BENATIA 5,5 – Qualche indecisione di troppo, un retropassaggio rischioso. Insomma, una gara non al suo miglior livello.

Daniele RUGANI 5,5 – Continua a non convincere. A volte sembra dover partire per impostare in proiezione offensiva, poi si impaurisce e si gira per scegliere il più comodo e meno rischioso retropassaggio.

Alex SANDRO 6,5 – Trova il bel gol di testa e spinge bene con Douglas Costa sulla catena di sinistra. Forse l’unica nota positiva della serata della Juventus, soprattutto dopo l’ultimo periodo dove spesso aveva deluso.

Stefano STURARO 5 – Non all’altezza del centrocampo della Juventus. Si vede poco, si inserisce ma non è concreto. Insomma, un downgrade evidente rispetto ai soliti volti noti della mediana bianconera. Dal 68’ Juan CUADRADO 5,5 – Viene buttato dentro dopo il gol del pareggio del Crotone per tentare di creare un po’ di spazi con la superiorità numerica in uno contro uno, ma la verità è che di duelli non ne vince praticamente uno. Bloccato.

Claudio MARCHISIO 5,5 – Ributtato dentro dal primo minuto, non convince a pieno. Regista di una Juventus a giri davvero troppo bassi. Arrugginito. Dal 64’ Rodrigo BENTANCUR 5,5 – Non fa meglio Bentancur, che per giunta entra e dopo 60 secondi vede il Crotone trovare il gol del pari. Da lì in poi infatti i calabresi sono un muro in cui l’uruguaiano non trova mai il pertugio.

Blaise MATUIDI 6 – Meno inserimenti del solito anche perché assai meno spazi per provarli, ma alla fine è il migliore della Juve in mezzo al campo. Bellissima la conclusione da fuori su cui Cordaz si supera.

Paulo DYBALA 5 – La sua immagine è in una palla persa a metà campo che dà il via al contropiede del Crotone su cui Marchisio deve spendere il fallo tattico. Siamo al 10’ del primo tempo circa, e Allegri da lì manda a scaldare subito Cuadrado. Troppo lontano dalla porta, Dybala si perde spesso nel traffico o va a sbattere sul muro crotonese. Serata decisamente no. Dall’88’ Federico BERNARDESCHI – sv.

Gonzalo HIGUAIN 5,5 – Paga il lavoro logorante che gli chiede Allegri: lontano dalla porta, a coprire tantissimi metri di campo. E’ poco preciso poi sulla palla gol avuta a un quarto d’ora dalla fine, dove sceglie la violenza anziché la più saggia – in quel caso – precisione. E Cordaz si supera. Ah, non va in gol ormai da più di 500 minuti.

Douglas COSTA 6,5 – Conferma il momento di forma strepitoso con un assist al bacio per la testa di Alex Sandro – il decimo in campionato – ed è a lungo l’unico punto di riferimento di una Juve che solo dai suoi piedi riesce a creare qualcosa di concreto.

All. Massimiliano ALLEGRI 5 – Aveva chiesto testa, aveva parlato di una partita “più importante di quella del Napoli”, ma alla fine questo messaggio lo passa evidentemente solo alla stampa e non alla sua squadra. La Juventus infatti torna a soffrire di un difetto congenito visto lungo tutto l’arco della stagione, dallo scorso agosto a oggi. Tranne in rarissimi casi, infatti, la Juve, una volta avanti, quest’anno, smette di giocare. E questa volta, a Crotone, viene punita.
Mister Allegri in panchina durante il match (Foto Juventus.com)

Allegri: «Oggi poco compatti»

«Non abbiamo fatto una bella partita e abbiamo trovato qualche difficoltà. Ora pensiamo allo scontro diretto: un mese e mezzo fa avrei firmato per arrivarci con quattro punti di vantaggio» .

Il pareggio di Crotone costa alla Juve due punti in classifica e i bianconeri ora giocheranno la sfida contro il Napoli con quattro punti di vantaggio in classifica. Un distacco comunque importante: «Un mese e mezzo fa avrei messo la firma per arrivare così allo scontro diretto – sottolinea Allegri – Oggi non abbiamo fatto una bella partita e abbiamo trovato qualche difficoltà. Non era facile, dovevamo palleggiare, senza forzare le giocate, ma già nel primo tempo c’era la sensazione di poter prendere gol: siamo stati poco compatti e tante volte il Crotone è arrivato a mettere palloni in mezzo e ad affondare sulla destra».

Ora ovviamente l'attenzione si sposta alla gara di domenica contro il Napoli. Alla Juve potrebbe anche bastare un pareggio, ma Allegri vuole un solo risultato: «Dobbiamo cercare di vincere per fare un balzo in avanti. Sarà una bella partita, ricca di agonismo e tecnica e dovremo avere il giusto impatto sulla gara».

Fonte Juventus.com (4) Icona link

Classifica 33a giornata

85 Juventus
81 Napoli
64 Lazio
64 Roma
63 Inter
54 Milan
52 Atalanta
51 Fiorentina
51 Sampdoria
47 Torino
38 Bologna
38 Genoa
34 Sassuolo
33 Udinese
32 Cagliari
31 Chievo
29 Spal
28 Crotone
25 Hellas Verona
14 Benevento
Documenti correlati
Referenze (4)
  • 1. Fonte Gazzetta.it

    https://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Crotone/18-04-2018/crotone-juventus-1-1-gol-alex-sandro-simy-260645250195.shtml

  • 2. Fonte Juventus.com

    http://www.juventus.com/it/news/news/2018/match-crotone-juventus-serie-a.php

  • 3. Le pagelle di EuroSport

    https://it.eurosport.com/calcio/serie-a/2017-2018/le-pagelle-di-crotone-juventus-1-1_sto6718636/story.shtml

  • 4. Fonte Juventus.com

    http://www.juventus.com/it/news/news/2018/allegri-oggi-poco-compatti.php