VecchiaSignora.it - MY7H Le parole della dirigenza: Marotta e Nedved

Homepage
Homepage
Homepage

MY7H Le parole della dirigenza: Marotta e Nedved

Beppe Marotta AD Bianconero (Foto Juventus.com)
Sommario (2 par.)

Marotta: «Lo Scudetto più difficile»

Il giorno dopo la matematica vittoria del settimo scudetto consecutivo, ha parlato ai microfoni di Radio Rai Giuseppe Marotta, CEO e General Manager Sport bianconero. «Se il primo di questi sette Scudetti è stato il più emozionante – ha ricordato – questo è stato senza dubbio il più difficile».

Logico un pensiero su uno degli artefici principali di questo incredibile trionfo, Mister Allegri: «Al di là dell’aspetto contrattuale e formale, il rapporto fra noi ha funzionato al massimo, e credo che da entrambe le parti ci sia volontà di continuare insieme. I risultati hanno dimostrato il valore del tecnico, anche se ricordo bene che quando arrivammo a Vinovo, nel 2014, ci tirarono le uova. Noi però eravamo consapevoli della nostra scelta, e sicuri di avere risolto il problema che ci si era presentato. Allegri in questi anni si è dimostrato un vincente, capace dipreparare la squadra nel migliore dei modi a ogni partita, e di gestire al massimo i giocatori».

A cosa punta, ora, la Juventus del mito? «Per vincere l’ottavo Scudetto dovevamo prima portare a casa il settimo, e lo abbiamo fatto. Sappiamo che il sentimento e la speranza di tutti, specie dei tifosi, è indirizzato allaChampions League e l’obiettivo principale, per noi, è vincere in Europa. Quest’anno credo la Coppa andrà di nuovo al Real Madrid, che in questi anni si è dimostrata la squadra più forte: ha partecipato a quattro finali in cinque anni, e quando non lo ha fatto era stata eliminata da noi…»

«D’altronde – aggiunge Marotta – Il fatto che siamo arrivati due volte in finale di Champions League testimonia che siamo vincenti anche fuori dai confini nazionali».

Sulle novità regolamentari introdotte in questa stagione: «Era importante per noi vincere il campionato anche con l’introduzione del VAR, uno strumento ancora da perfezionare che però riduce moltissimo gli errori».

Infine: «Il bilancio in attivo? Certamente è stato un aiuto, anche perché negli ultimi 20 anni c’è stata una inversione di tendenza nella gestione dei club. Le dirigenze devono stare attente al bilancio, e non a caso, se anni fa il nostro era in perdita di 90 milioni, adesso è in utile»

Fonte Juventus.com (1) Icona link
Pavel Nedved Vice Presidente bianconero (Foto Juventus.com)

Nedved: «La Juve vuole vincere, sempre»

Un tributo ad Allegri, ai giocatori, ma anche a una società e a un ambiente che non molla mai. Nemmeno un centrimetro. c’è tutto questo nelle parole dei Vicepresidente Pavel Nedved, rilasciate a Radio 24 poco fa.

«Allegri e i giocatori sono i reali protagonisti di questa incredibile vittoria: dietro di loro c’è un grande lavoro della società, ma gli attori principali sono loro. Quello vinto ieri è uno Scudetto difficilissimo, perchè quando vinci da tanto devi sempre trovare nuovi stimoli. E’ quasi disumano vincere in questo modo per così tanti anni: se solo sapeste quanta fatica si fa, per restare a questi livelli… bisogna fare un grande applauso a tutti i giocatori e gli allenatori che si sono succeduti in questi anni»

«A inizio anno non c’era la carica giusta, ma con l’andare dei mesi il duello con il Napoli è stato fantastico e ci ha dato la spinta giusta per dare il massimo. Il nostro ambiente è così: vuole sempre dimostrare di essere migliore. Per cui, vanno fatti grandi complimenti al Napoli… ma anche alla Juventus, ovviamente».

«Siamo arrivati in due occasioni vicini aall’”alzarla”, vuol dire che ci manca ancora l’ultimo passo. Ma siamo stati bravi, va detto, in queste ultime edizioni: ce la siamo giocata con tutti i più forti, poi per vincere la Champions League bisogna anche vivere quelle annate in cui va tutto per il verso giusto. Bisogna accettare che quest’anno il Real sia stato più bravo, e prendere il buono di queste esperienze per il futuro»

«Noi vogliamo vincere tutte le partite, pur sapendo che sia impossibile. Se l’avversario è più bravo pazienza, ma noi scendiamo in campo per non mollare e cercare di trionfare in tutto. Lo conferma l’impegno profuso in questi anni in Coppa Italia: bisogna giocare tutte le partite al massimo della possibilità».

«Siamo arrivati insieme, nel 2001. Gigi è una leggenda, se dovesse decidere di smettere sarebbe difficile stare senza di lui: per la Juve ma anche per il mondo del calcio».

Fonte Juventus.com (2) Icona link

Galleria:

Beppe Marotta - MY7H - Beppe Marotta AD Bianconero (Foto Juventus.com)
Pavel Nedved - MY7H - Pavel Nedved Vice Presidente Bianconero (Foto Juventus.com)
Documenti correlati
Referenze (2)
  • 1. Fonte Juventus.com

    http://www.juventus.com/it/news/news/2018/marotta---lo-scudetto-pi--difficile-intervista.php

  • 2. Fonte Juventus.com

    http://www.juventus.com/it/news/news/2018/nedved---la-juve-vuole-vincere--sempre-.php

GALLERIE

  • Le ragazze con coppa e bandierone (Foto Juventus.com)
  • Gianluigi Buffon in conferenza stampa insieme al presidente Andrea Agnelli
  • La festa negli spogliatoi (Foto Juventus.com)
  • Beppe Marotta AD Bianconero (Foto Juventus.com)
  • John Elkann a fine gara con alcune giocatrici bianconere (Foto Juventus.com)
  • Il tecnico della Juventus festeggiato dai suoi giocatori (Foto Juventus.com)
  • Paulo Dybala festeggia la vittoria baciando la coppa (Foto via Twitter)
  • Barbara Bonansea guarda le compagne sperando di tornare presto incampo(Instagram)
  • L'esultanza di Matuidi a fine gara (Foto Juventus.com)
  • Sanni Franssi e Arianna Caruso durante la loro esultanza (Foto Juventus.com)