VecchiaSignora.it - La presentazione di Mattia Caldara

Homepage
Homepage
Homepage

La presentazione di Mattia Caldara

Mattia Caldara mostra la sua maglia n.13 (Foto Juventus.com)
Sommario (5 par.)

#WelcomeToJu, Mattia!

Dopo due stagioni di altissimo livello all’Atalanta, dove ha conquistato in entrambe le annate un prestigioso posto in Europa, Mattia Caldara sta vivendo i suoi primi giorni con la maglia della Juventus. E oggi, all’Allianz Stadium, si è presentato in conferenza stampa. «È un momento molto importante per me, ne sono consapevole, sono in una grande squadra e devo dimostrare di meritarmela».

Fonte Juventus.com (1) Icona link

Galleria:

Mattia Caldara Maglia - Mattia Caldara mostra la sua maglia n.13 (Foto Juventus.com)

I primi giorni alla Juventus

Da lunedì Mattia si allena con i nuovi compagni allo Juventus Training Center della Continassa. «Il Centro Sportivo è di altissimo livello, ha dei campi perfetti, con una struttura e una palestra importante. La mentalità che ho visto subito è vincente: basta vedere come si allenano Chiellini e Barzagli per capire perché la Juventus vince ogni anno».

Il poster di Chiellini in camera

Mattia ha detto che il suo modello, fin da piccolo, è stato «Nesta e infatti ho preso il 13 per lui». Alla Juventus trova però un altro suo idolo. «Giorgio Chiellini. Ho il suo poster in camera. Giocare insieme a lui quest’anno è motivo di orgoglio, già nei primi allenamenti mi sta aiutando a parlare un po’ di più in campo ed aiutare i compagni. Di Chiellini, quando gioca, prenderei l’attenzione e come si muove sull’uomo. Di Barzagli invece vorrei avere la sua lettura sui palloni sia in fase di possesso che in quella di non possesso».

Con Cristiano Ronaldo

«Sono emozionato e curioso di vedere come si allena Ronaldo. C’è molto entusiasmo, credo che la società abbia fatto un’impresa a portare qui il miglior giocatore del mondo».

«Cercherò di migliorarmi tutti i giorni»

«Qui c’è molta concorrenza, ci sono giocatori forti nel mio ruolo, ma questo mi stimola a dare sempre di più. Cercherò di migliorarmi tutti i giorni. L’obiettivo è di giocare il più possibile, voglio sfruttare le mie chances e dimostrare che valgo questa maglia».

Allegri, Mandzukic e Douglas Costa

Dal momento in cui ha varcato il cancello dello Juventus Training Center della Continassa, Mattia è stato subito colpito da Massimiliano Allegri. «Il Mister si capisce subito perché ha vinto così tanto. Sa gestire i grandi giocatori, sa scherzare e sa essere severo». Da avversario, con la maglia dell’Atalanta, ha affrontato in diverse occasioni la Juventus. «Mandzukic è stato l’attaccante più difficile da marcare quando giocava da prima punta, sia a livello fisico che caratteriale. E poi c’è Douglas Costa: l’anno scorso aveva qualcosa in più rispetto a tutti gli altri, sa saltare l’uomo, è un giocatore fenomenale».

L'importanza della famiglia

«Senza la mia famiglia non sarei qui, mi sono stati vicini nei momenti difficili, è merito loro se sono arrivato alla Juventus. Devo ringraziarli, così come la mia ragazza: sono felice di avere intorno tante persone che mi vogliono bene».
Documenti correlati
Referenze (1)
  • 1. Fonte Juventus.com

    http://www.juventus.com/it/news/news/2018/la-presentazione-di-mattia-caldara.php

GALLERIE

  • Cristiana Girelli in azione (Foto Federica Scaroni)
  • L'esultanza di Rodrigo Nentamcur dopo il gol (Foto Juventus.com)
  • Mister Allegri in panchina (Foto Juventus.com)
  • Giornata Mondiale contro la Violenza sulle Donne
  • Cristiano Ronaldo si esibisce in una spettacolare rovesciata (Foto Juventus.com)
  • Barbara Bonansea in azione (Foto Juventus.com)
  • Juan Cuadrado esulta dopo il gol (Foto Juventus.com)
  • Barbara Bonansea in azione (Foto Juventus.com)
  • Arianna Caruso esulta con Barbara Bonansea (Foto Juventus.com)
  • Cristiano Ronaldo esulta dopo il suo splendido gol da fuori area (Foto Juventus.com)