VecchiaSignora.it - Cristiano Ronaldo spezza l'equilibrio e la Juventus si aggiudica la Supercoppa Italiana

Homepage
Homepage
Homepage

Cristiano Ronaldo spezza l'equilibrio e la Juventus si aggiudica la Supercoppa Italiana

La Juventus vince la Supercoppa Italiana 2018 (Foto Juventus.com)
Sommario (4 par.)

Juventus-Milan 1-0

La Juventus centra il primo obiettivo del 2019, antipasto di traguardi più ambiziosi: la Champions League soprattutto. Lo fa conquistando l'ottava Supercoppa da esporre in bacheca e lo fa prendendosi la rivincita sul Milan che, nel 2016, aveva battuto i bianconeri a Doha, in Qatar, ai rigori. Stavolta la trasferta in terra araba non ha deluso, come non ha deluso il nome di chi ha deciso il match: Cristiano Ronaldo doveva essere e Cristiano Ronaldo è stato. Il portoghese si è regalato il primo successo nella nuova avventura (il 28° di squadra in una straordinaria carriera) con un colpo di testa al 16' st su verticalizzazione di Pjanic. Donnarumma ci ha messo del suo con un intervento non impeccabile, che ha fatto passare la palla tra i guantoni.

Fonte Tutto Sport (1) Icona link

Galleria:

Cristiano Ronaldo (Supercoppa Italiana 2018) - Cristiano Ronaldo con la Supercoppa (Foto Juventus.com)
Giorgio Chiellini (Supercoppa Italiana 2018) - Giorgio Chiellini con la Supercoppa Italiana (Foto Juventus.com)
Paulo Dybala (Supercoppa Italiana 2018) - Paulo Dybala con la Supercoppa (Foto Juventus.com)
Sami Khedira (Supercoppa Italiana 2018) - Sami Khedira con la Supercoppa (Foto Juventus.com)
Spogliatoio (Supercoppa Italiana 2018) - La festa nello spogliatoio (Foto Juventus.com)
Vittoria (Supercoppa Italiana 2018) - La Juventus vince la Supercoppa Italiana 2018 (Foto Juventus.com)

Un risultato giusto

Un risultato alla fine giusto, in una partita povera di spunti. Uno di questi lo si è avuto al momento delle formazioni con Higuain, atteso titolare, finito in panchina per qualche linea di febbre: un'esclusione sospetta, che ha alzato il livello delle indiscrezioni su un possibile trasferimento al Chelsea. Cutrone, schierato al suo posto, è stato protagonista dell'occasione più ghiotta per il Milan, con una traversa colpita a inizio ripresa dal limite su palla persa dalla Juventus. I bianconeri hanno fatto poco di più, ma lo hanno fatto bene, sfruttando l'unica vera opportunità avuta. Da segnalare solo un paio di tentativi dalla distanza (Douglas Costa e Cancelo nel primo tempo) fuori di poco, mentre Bakayoko non ha sfruttato un'uscita a vuoto di Szczesny.

Allegri tocca quota 10

Per il resto si è trattato di una partita giocata a ritmi non altissimi e con un insolito numero di ammoniti, vista la sostanziale correttezza: ben 6, e a farne le spese saranno Pjanic e Calabria, che saranno squalificati in campionato contro Chievo e Genoa. Var utilizzata per il rosso sventolato a Kessie, dopo un'entrataccia su Emre Can e lo stesso Emre Can protagonista di un episodio dubbio nel finale per un intervento in area su Conti ma Banti e Di Bello (di fronte ai monitor) fanno continuare: Higuain si arrabbia parecchio per questo a fine match con gli ex compagni. Allo stesso modo era stato giudicato ininfluente un intervento con il braccio di Zapata all'8' st. La Juventus solleva la prima coppa di stagione, mentre Massimiliano Allegri centra il decimo trionfo in bianconero: la seconda Supercoppa italiana va ad aggiungersi a quattro scudetti e altrettante Coppa Italia.

Le pagelle

SZCZESNY 6,5
Una uscitina alta a vuoto al 24', tuttavia si riscatta (e anche di più) sul finire del primo tempo: buoni riflessi su Calhanoglu.

CANCELO 7
Non soltanto brucia i tempi di recupero pur di giocare la Supercoppa (dopo l’intervento subito al menisco il 14 dicembre), brucia pure il tempo agli avversari di turno con dribbling fulminei e inarginabili. Davvero degno di nota è il diagonale a fil di palo al 17'.

BONUCCI 6,5
Se ne infischia, dei fischi ad personam fioccati copiosi nel prepartita. Gioca preciso, puntuale, efficace. Più che da contestare, è da rimpiangere.

CHIELLINI 8
Bambini attenti, oggi (ma in realtà sarebbe: anche, oggi) il professore spiega come si fanno gli anticipi e si vincono i corpo a corpo. Statuario, maestoso, roccioso e chi più ne ha ne metta.

ALEX SANDRO 6,5
Meno intraprendente rispetto al dirimpettaio Cancelo, comunque efficace e prezioso. Non dispiace.

BENTANCUR 5,5
La spunta nel ballottaggio con Khedira, poi però non riesce a ripagare in pieno Allegri della fiducia ottenuta. A volte appare sbadato, altre volte è macchinoso. Bernardeschi (41' st) ng.

PJANIC 6,5
Mirabile assist per l’1-0 di Ronaldo. Per il resto è dosato e “smart”: gioca d’astuzia, pur senza strafare. Emre Can (20' st) 6 Propizia l’espulsione di Kessie.

MATUIDI 6
Tanto impegno e corsa, anche se dimostra che gli servirebbe un ripassino sul fuorigioco (si fa per dire... stiamo pur sempre parlando di un campione del mondo). Fatto sta che si autoannulla un gol fatto, stando un metro fuori posto, e inficia in un secondo tempo il 2-0 di Dybala.

DOUGLAS COSTA 7
Pronti via, ed è occasionissima al 4'. Combina bene con Ronaldo e Cancelo: in comune non solo il portoghese, ma anche la lingua del calcio. Khedira (44' st) ng.

DYBALA 6
Perle di classe (rivedere per credere lo stop al 90'), annacquate in un po’ di vagabondaggio superfluo. Al 32', ad esempio, tarda il passaggio vanificando una strepitosa ripartenza.

RONALDO 8,5
Imperiale. Veni, vidi, vici: venni, vidi, vinsi. Dice presente al primo grande appello della stagione. Poche chiacchiere... Il gol che decide la partita è suo. Da brividi la (solita) semirovesciata che, al 43' del primo tempo, sorvola la traversa.

ALL. ALLEGRI 7
E uno. Pur senza essere strabordante, la sua Juventus centra il primo obiettivo della stagione. Inutile eccedere in ulteriori discettazioni.


Documenti correlati
Referenze (1)
  • 1. Fonte Tutto Sport

    http://www.tuttosport.com/news/calcio/serie-a/2019/01/16-52144396/supercoppa_juventus-milan_1-0_decide_ronaldo_higuan_non_incide/