VecchiaSignora.it - Sabato sera l'anticipo di campionato tra biancazzurri e bianconeri

Homepage

Low BandWidth

Sabato sera l'anticipo di campionato tra biancazzurri e bianconeri

Si mobilita lo Juventus Club Doc 'Antonio Conte' di Vasto

Juventus Club Doc 'Antonio Conte' di Vasto
Saranno numerosi i componenti dello Juventus Club Doc 'Antonio Conte' di Vasto che sabato sera saranno allo stadio Adriatico Giovanni Cornacchia per la sfida Pescara-Juventus, anticipo della 12^ giornata di andata del campionato di serie A.

Attivo da poco più di un anno sono state numerose le adesioni al gruppo, presieduto da Enzo Travaglini, che ha la sede sociale in via San Biagio 35 a Vasto. "Saremo in tanti - dice Travaglini - pronti a vivere una bella serata nella nostra terra d'Abruzzo". Saranno tanti anche i tifosi bianconeri dello Juve Club San Salvo a Pescara.

Si attende il pienone di pubblico all'Adriatico, situazione già registrata in occasione dell'esordio di campionato con l'Inter. E nei giorni scorsi sono stati tanti i vastesi che hanno cercato di acquistare i biglietti di ingresso nel punto vendita 'Ticketone' in città, presso l'Agenzia Di Fonzo Viaggi. Numerosi anche quelli abbonati al club adriatico che la stagione scorsa, con Zeman in panchina, ha riconquistato con pieno merito la massima serie a distanza di 20 anni.

In classifica la Juve di Conte è prima a quota 28, con un punto di vantaggio sull'Inter (che ha battuto Buffon e compagni sabato scorso interrompendo una striscia di 49 partite utili). Il Pescara di Giovanni Stroppa ha 11 punti ed è reduce dalla preziosa vittoria casalinga ottenuta domenica contro il Parma. L'ultima sfida in A tra Pescara e Juventus all'Adriatico risale a domenica 30 maggio 1993 e fu vinta 5-1 dai biancazzurri allora allenati da Giovanni Galeone, già retrocessi (all'iniziale vantaggio juventino con un gol di Ravanelli rispose la squadra di casa con Allegri, Borgonovo, un autogol di Carrera, Martorella e Palladini). Sulla panchina della Juve c'era Giovanni Trapattoni e in campo c'era pure Antonio Conte. Quella sconfitta fu una delle più pesanti mai incassate dalla 'Vecchia Signora' nell'arco della sua centenaria storia.

Da : Histonium